Interventi per il sostegno abitativo – Contributi al canone locativo

pubblicato mercoledì, 1 marzo 2017

Per fronteggiare il rischio o lo stato di morosità incolpevole e di avvio di procedure di sfratto è stato indetto il bando diretto a persone singole e nuclei familiari non proprietari, con redditi insufficienti a sostenere i costi del canone di locazione previsti
da regolare contratto.

Per morosità incolpevole si intende la situazione di chi, a seguito di perdita del lavoro, riduzione del reddito, ritardo prolungato nella riscossione del compenso lavorativo o grave malattia che incida sensibilmente sul reddito familiare, si trovi nell’impossibilità o in grave difficoltà ad effettuare il regolare pagamento del canone di locazione.

Per far fronte a specifici stati di bisogno connessi al disagio abitativo, il presente Avviso prevede due forme di intervento:

  1. Contribuzione al pagamento dei canoni di locazione relativi all’annualità 2016;
  2. Contribuzione alle spese iniziali di nuova locazione nel corso del 2017, a seguito di provvedimento di sfratto, ordinanza di sgombero o di rilascio dell’immobile per motivi di pubblica utilità, nonché di altri provvedimenti dell’Autorità giudiziaria.

Bando sostegno abitativo 2017

Modello di istanza sostegno abitativo 2017 Definitivo.

Regolamento sostegno abitativo 2017

Non è possibile commentare questo articolo.